‘Storie di confine’, prodotto da Videonews in collaborazione con Retequattro e Mediafriends, con un ciclo di reportage accende i riflettori sulla vita all’interno di alcune delle realtà più degradate del Terzo Mondo e sui progetti di aiuto realizzati con il sostegno finanziario di Mediafriends, la Onlus creata da Mediaset, Medusa e Mondadori. Un viaggio di denuncia che racconta storie al limite dalle regioni più povere del Terzo mondo e come lavora e vive chi attraversa i confini.

I reportage di sabato 18 dicembre e di sabato 1 gennaio 2011 saranno dedicati alle attività realizzate da Aidos in Burkina Faso, anche con fondi raccolti attraverso la “Fabbrica del sorriso 2009”.

Il giornalista Mimmo Lombezzi, che ha curato i reportage, ha visitato Centro per la salute delle donne e la prevenzione delle mutilazioni dei genitali femminili, realizzato da Aidos nel 2005, in collaborazione con le organizzazioni locali Voix des femmes e Mwangaza Action e con il Comitato nazionale per la lotta contro le mutilazioni dei genitali femminili (CNLPE), dipendente dal Ministero degli Affari sociali, cui è affidata la formazione delle altre organizzazioni locali.

Il Centro, creato in uno dei quartieri più poveri di Ougadougou per sollevare le donne dalla loro difficile realtà, offre servizi di consultorio per la salute sessuale e riproduttiva e svolge attività di formazione per la realizzazione di corsi rivolti agli attori sociali che possono contribuire a promuovere l’abbandono delle mutilazioni dei genitali femminili e dà assistenza giuridica alle donne per informarle dei propri diritti e degli strumenti per affermarli.

Il reportage dà grande spazio alla difficile realtà delle “ragazze di strada” fragili ed emarginate, vittime di violenze di ogni genere, spesso costrette a sposarsi poco più che bambine e poi abbandonate con i figli, o a prostituirsi per poter sopravvivere.

Per la protezione e promozione dei loro diritti, Aidos da tempo svolge la sua attività sostenendo la Rete RSPDF (Solidarietà, protezione, diritti delle ragazze in difficoltà e delle ragazze di strada) costituita nel 2006 da diverse associazioni burkinabé con l’obiettivo di contribuire alla riduzione del fenomeno anche attraverso la creazione di una Casa rifugio per accogliere le ragazze. Grazie ai servizi del Centro e della Rete, le ragazze potranno sperare in una vita diversa.

L’appuntamento con Aidos è su Retequattro sabato 18 dicembre ore 23.45 (con replica domenica 19 dicembre, ore 08.35) e sabato 1 gennaio 2011 ore 23.45.