BURKINA FASO – Sostegno alla rete di associazioni burkinabé per la creazione di una casa rifugio per le ragazze di strada

2008 – Diritti e salute sessuale e riproduttiva

Dove

Ouagadougou, capitale del Burkina Faso

Partner

12 associazioni e Ong burkinabé della rete RSPDF (Solidarietà, protezione, diritti delle ragazze in difficoltà e delle ragazze di strada)

La situazione

Il Burkina Faso è un paese del Sahel arido e povero di circa 14 milioni di abitanti, con un reddito pro capite di 1.220 dollari all’anno, un indice di mortalità materna di 1.000 su 100.000 nati vivi, un indice di mortalità infantile di 116 per 1.000 nati vivi e un tasso di fecondità di 6,8 figli per donna. La crescita demografica nella capitale è costante, ma  nei nuovi distretti urbani mancano l’acqua e le fogne e non c’è un ambulatorio medico. Il fenomeno delle “ragazze di strada” è assai poco indagato a causa della loro estrema marginalità: rispetto ai maschi, le ragazze sono più nascoste, meno visibili e le più emarginate sono spesso quelle  costrette a sposarsi poco più che bambine e poi abbandonate con i figli. Queste ragazze sono soggette a violenza,  molte finiscono col prostituirsi,  le altre vivono di espedienti.

Obiettivi

La rilevanza del problema è emersa dall’esperienza di AIDOS nel progetto per la salute e la prevenzione delle mutilazioni dei genitali femminili – Centro per la salute delle donne e la prevenzione delle mutilazioni dei genitali femminili (CBF).

Il progetto è costituito da cinque moduli integrati fra loro:

1.      rafforzamento delle capacità istituzionali, gestionali e tecniche della rete RSPDF

2.      creazione di un centro di accoglienza per le ragazze di strada

3.      sensibilizzazione della comunità e delle istituzioni sul fenomeno e inserimento lavorativo e sociale delle ragazze

4.      creazione di una struttura permanente per il centro

5.      ampliamento dei servizi del centro di accoglienza.

Risultati attesi

·        formazione delle figure professionali della rete RSPDF e rafforzamento delle sue capacità istituzionali

·        formazione delle figure professionali per il centro di accoglienza

·        messa in rete delle 12 associazioni e Ong locali coinvolte

·        assistenza alle ragazze di strada, compresa educazione sessuale, consulenza psicologica, sociale e legale

·        formazione professionale delle ragazze e loro successivo inserimento lavorativo

·        sensibilizzazione della comunità sul problema delle ragazze di strada

Durata del progetto

2008 – 2010

Costo del progetto

500.000 euro in totale, 100.000 per ogni modulo.

Chi finanzia

Il primo modulo è stato finanziato nell’ambito dell’iniziativa La fabbrica del sorriso.

Scheda del progetto

Il progetto è terminato