Dal 15 al 26 marzo si è tenuta la 65a sessione della Commission on the Status of Women (CSW). Aidos partecipa da sempre alla CSW per portare il suo contributo alla tutela e promozione dei diritti di donne e ragazze, attraverso l’organizzazione di un evento parallelo e il lavoro di advocacy e sensibilizzazione con il Women’s Rights Caucus (WRC).
Quest’anno la CSW si è concentrata sulla piena ed effettiva partecipazione delle donne ai processi decisionali e nella vita pubblica, nonché sull’eliminazione della violenza di genere. A causa del Covid 19 tutto si è svolto online e seguire il lavoro dei governi non è stato semplice, questo ha infatti significato un ulteriore restringimento degli spazi della società civile, nell’interlocuzione e nella partecipazione ai negoziati.
Inoltre le
Conclusioni Finali, che vengono redatte ogni anno dai governi, hanno tardato e faticato ad uscire, nel frattempo come società civile femminista, associazioni di donne e per i diritti Lgbtqi abbiamo scritto un comunicato stampa per evidenziare le complessità e il rischio di notevoli passi indietro.

L’articolo della Agenzia di Stampa DiRE sulla CSW 65 e la posizione di Aidos

 

Leggi qui il comunicato del WRC, traduzione italiana a cura di Aidos