Una lettera al presidente USA da parte delle organizzazioni per i diritti riproduttivi di tutto il mondo

Faceva meno rumore di Guantanamo, ma molte più vittime: la global gag rule voluta da Bush ha provocato la morte di centinaia di migliaia di donne povere del Terzo mondo, cui è stato negato il diritto alla scelta e alla salute. Obama ha tenuto fede alla promessa fatta durante la campagna elettorale e l’ha abrogata. Le organizzazioni – tra cui AIDOS – firmatarie della lettera esprimono soddisfazione e speranza che questo sia solo il primo passo che porti gli Stati Uniti a riassumere la leadership mondiale nel campo della salute e dei diritti sessuali e riproduttivi, in primo luogo impiegando le proprie ingenti risorse per finanziare interventi efficaci e non inutili propagande ideologiche, come la promozione dell’astinenza. In questo senso, e un segnale particolarmente incoraggiante la ripresa del finanziamento al Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA).

Leggi la lettera (in inglese)