LIBANO – Servizi integrati per la salute riproduttiva per le donne rifugiate nel campo profughi di Burj El Barajneh- Fase 1

2020 – 2021 Diritti e salute sessuale e riproduttiva / Contrasto alla violenza

 

Dove
LIBANO, Beirut – campo profughi di  Burj El Barajneh

Partner
Palestinian Women’s Humanitarian Organization (PWHO), Beirut (Libano)

La situazione
Il campo di Bourj El Barajneh accoglie  palestinesi rifugiati/e in Libano dopo l’inizio del conflitto in Palestina   e rifugiati/e dalla Siria. Nel 2018, la popolazione del campo  era di  circa 20.000 persone ma, secondo altre fonti,  il numero sarebbe salito a  40.000 persone in seguito al conflitto siriano.
Le rifugiate sono discriminate come donne e come rifugiate e spesso mancano dei diritti fondamentali. L’UNRWA offre  assistenza medica gratuita, ma i servizi per le donne in gravidanza sono insufficienti. L’unico ospedale nel campo, gestito dalla Mezzaluna Rossa Palestinese (PRCS) fornisce assistenza medica dietro pagamento di un ticket, e fuori dal campo, i servizi medici sono molto costosi. Oltre l’80% dei/delle rifugiati/e provenienti dalla Siria sono stati/e esposti/e a gravi eventi stressanti e traumatici dall’inizio della crisi siriana, tra cui casi di Violenza di Genere (VdG). Le violenze (violenza domestica da parte del partner; matrimoni precoci e abuso sessuale) continuano e il sistema di protezione legale a cui possono rivolgersi è ancora poco chiaro e poco accessibile. La situazione si è ulteriormente aggravata nel 2020 per il peggioramento della crisi economica nel paese causato dall’esplosione nel porto di Beirut e dallo scoppio della pandemia COVID.

Dal 2008, PWHO ha creato un Centro per le donne con attività di sensibilizzazione e gruppi di discussione su temi di salute riproduttiva. Il Centro  offre  gratuitamente attività di counseling, consulti medici e servizi di referral esterni a  ginecologo/a,  assistente sociale, psicologo/a e  operatore/rice  sanitario/a. I finanziamenti attuali,  tuttavia, non consentono di operare su base giornaliera e si forniscono solo servizi di base.

Obiettivi
 Migliorare l’accesso e la disponibilità di servizi integrati e di alta qualità  per la salute riproduttiva (SR) e la violenza di genere per le rifugiate nel campo di  Bourj El Barajneh; sviluppare la capacità del personale di PWHO di fornire servizi sociali integrati a livello di comunità e supporto psicosociale alle donne.

Beneficiari/e
Il progetto è stato rivolto a donne rifugiate di tutte le età del campo di Bourj El Barajneh e dintorni, con un basso livello di istruzione, donne vittime di matrimonio precoce, donne che vivono particolari situazioni di vulnerabilità, madri di bambini/e iscritti/e ai programmi educativi di PWHO, madri di bambini/e con disabilità, giovani donne incinte,  donne in menopausa. 20 persone dello staff di PWHO riceveranno formazione su VSdG e SR; 300 donne rifugiate riceveranno servizi clinici e di consulenza da PWHO. In realtà, i servizi sono stati poi offerti a 460 donne rifugiate di diverse età.

Attività del progetto
1. Assistenza tecnica  al personale  PWHO
Esperti internazionali di AIDOS su VSdG e salute riproduttiva condurranno due  corsi di formazione  per 20  professionisti di PWHO  per migliorare le loro capacità di prevenire e gestire i casi di VSdG e soddisfare le esigenze di salute riproduttiva nel campo.

2. Ristrutturazione del Centro e nuove  apparecchiature medicali
I lavori di ristrutturazione permetteranno di fornire servizi in un luogo più sicuro e più ospitale mentre  l’acquisto di nuove apparecchiature consentirà di monitorare lo stato di salute delle donne, in particolare quelle in gravidanza, senza indirizzarle a cliniche private.

3. Servizi del Centro per le donne rifugiate
Consulenza medica e psicologica: servizi ginecologici tra cui  screening,  diagnosi e trattamento, consulenza contraccettiva…; consulenza medica fornita da un’infermiera; consulenza sociopsicologica alle donne per casi di depressione, violenza, traumi, ecc; Sessioni di sensibilizzazione sulla salute delle donne, in particolare salute riproduttiva. L’attività svolta da un/a psicologo/a,  ginecologo/a, un’infermiera e un’educatrice sanitaria, prevede sessioni informative su argomenti correlati alla menopausa, problemi di salute sessuale e riproduttiva, diritti delle donne, salute mentale, contraccettivi…, e (in)formazione online sul COVID; Campagne rivolte alla comunità, su salute materna e all’allattamento al seno, menopausa, cancro al seno e altri problemi di salute sessuale e riproduttiva; Diffusione di materiali informativi : volantini e borse con  messaggi  su argomenti come igiene, malattie sessuali e allattamento saranno distribuiti alle donne che accedono al centro  e  persone che vivono nel campo di Bourj El Barajneh.

Cosa fa AIDOS
AIDOS assicura il coordinamento delle attività e la gestione finanziaria del progetto, anche attraverso missioni sul campo,  e l’assistenza tecnica allo staff di PWHO attraverso esperti/e internazionali.

Risultati attesi
20 professionisti/e dello staff  PWHO acquistano maggiore competenza su VSdG e SR per offrire servizi integrati di qualità; 300 rifugiate  hanno accesso a servizi di alta qualità per la  salute riproduttiva e servizi psico-sociali, sono più informate su problemi relativi a SR e VSdG, e dimostrano un cambiamento positivo nei confronti della propria salute.

Durata del progetto
01/01/2020-30/06/2021

Costo del progetto
65.000 Euro

Chi finanzia
Finanziamento privato

 

Qui puoi scaricare la scheda del progetto